Per le donne e con le donne Per le donne e con le donne
Home Contatti Link
 
Le PARI OPPORTUNITA' della provincia di Arezzo
Assessorato
Pari Opportunità
Portale per Pari Opportunità
Apre il sito della Provincia di Arezzo in una nuova finestra Didonne.it - Clicca per tornare alla home page del sito
 
 
Apre il sito 1522 @rianna - antiviolenzadonna.it in una nuova paginaApre la pagina dedicata al numero verde 800 290 290 antitratta in una nuova finestra
Apre il sito dell'Unione Europea in una nuova finestraApre il sito del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali in una nuova finestraApre il sito della Regione Toscan in una nuova finestraaApre la sezione dedicata al Servizio Pari Opportunità della Provincia di Arezzo in una nuova finestra
ARTEL SpA - Arezzo Telematica

CAMPAGNA ELETTORALE? PRESIDENTE FINLANDESE IN CONGEDO PARENTALE

Il primo turno delle elezioni si terrà il 28 gennaio, l’eventuale ballottaggio l’11 febbraio, ma proprio in quei giorni è prevista la nascita del suo terzo figlio.

La campagna elettorale è importante ma in Finlandia la nascita di un figlio lo è ancora di più e Niinistö ha annunciato che non rinuncerà al congedo.

I finlandesi si sono scatenati sui social a commentare la decisione del presidente e hanno colto l’occasione per chiedere di aumentare i giorni previsti. Al momento, i padri finlandesi possono usufruire di 54 giorni di congedo retribuito.

La Finlandia è uno tra i Paesi europei nei quali è più alta la percentuale di padri che scelgono di stare a casa per accudire i figli appena nati, mentre in Italia soltanto un uomo su cinque usufruisce di questa opportunità, contro una percentuale del 40 per cento nei Paesi nordici.

La legge italiana prevede che i padri debbano prendere due giorni di congedo parentale obbligatorio e possano poi dividersi, insieme alla madre, fino a 11 mesi di congedo facoltativo entro il sesto anno di età del figlio. Durante il congedo in Italia sia il padre che la madre ricevono 30 per cento dello stipendio, contro l’80 per cento degli svedesi o il 65 per cento del salario dei tedeschi.

Padri più presenti nei primi anni di vita dei bambini non servono soltanto alla famiglia, l’Ocse ha più volte sottolineato che il congedo di paternità aiuta a diminuire le discriminazioni contro le donne nel lavoro, soprattutto al momento delle assunzioni. .

http://www.mobinews.it/article/72359


16 novembre 2017

Centro Pari Opportunitā Piazzetta delle Logge del Grano - 52100 Arezzo Tel. 0575.30181 - fax 0575.324803 E-mail:sandra@didonne.it