Per le donne e con le donne Per le donne e con le donne
Home Contatti Link
 
Le PARI OPPORTUNITA' della provincia di Arezzo
Assessorato
Pari Opportunità
Portale per Pari Opportunità
Apre il sito della Provincia di Arezzo in una nuova finestra Didonne.it - Clicca per tornare alla home page del sito
 
 
Apre il sito 1522 @rianna - antiviolenzadonna.it in una nuova paginaApre la pagina dedicata al numero verde 800 290 290 antitratta in una nuova finestra
Apre il sito dell'Unione Europea in una nuova finestraApre il sito del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali in una nuova finestraApre il sito della Regione Toscan in una nuova finestraaApre la sezione dedicata al Servizio Pari Opportunità della Provincia di Arezzo in una nuova finestra
ARTEL SpA - Arezzo Telematica

SALVIAMO SAKINEH

sakineh

Sakineh Mohammadi Ashtiani ha 43 anni, è una donna, è una madre in carcere perché accusata di adulterio. Nel 2006 un tribunale islamico l'ha condannata alla pena di morte; nel 2007 la Corte suprema iraniana ha confermato la condanna alla lapidazione, pena prevista per le adultere.

Sakineh fu condannata sulla base di una confessione che il suo avvocato denuncia essere stata estorta dopo una punizione di 99 frustate. È stata accusata di aver avuto rapporti con due uomini fuori dal matrimonio. "Non è possibile rimanere indifferenti di fronte a questa vera e propria barbarie - afferma Andrea Barducci Presidente della Provincia di Firenze dalla quale è partito l’appello per salvare la vita di Sakineh - Questa donna non solo è stata minacciata durante l’interrogatorio per indurla a una confessione poi ritratta durante il processo, ma addirittura nonostante due giudici abbiano dichiarato di non aver trovato prove contro di lei, è stata condannata lo stesso alla lapidazione in base ad una disposizione di legge iraniana che consente di esprimere un giudizio di colpevolezza anche in assenza di prove".

"E’ giusto che proprio da Firenze e dalla Toscana si levi un appello per impedire questo atto incivile" aggiunge Barducci, ricordando come già nel 1786 Pietro Leopoldo di Lorena, abolendo la pena capitale nel Granducato di Toscana, definì questa pratica "conveniente solo ai popoli barbari".

 Firma la petizione nel sito http://freesakineh.org/






25 agosto 2010

Centro Pari Opportunitā Piazzetta delle Logge del Grano - 52100 Arezzo Tel. 0575.30181 - fax 0575.324803 E-mail:sandra@didonne.it