Per le donne e con le donne Per le donne e con le donne
Home Contatti Link
 
Le PARI OPPORTUNITA' della provincia di Arezzo
Assessorato
Pari Opportunità
Portale per Pari Opportunità
Apre il sito della Provincia di Arezzo in una nuova finestra Didonne.it - Clicca per tornare alla home page del sito
 
 
Apre il sito 1522 @rianna - antiviolenzadonna.it in una nuova paginaApre la pagina dedicata al numero verde 800 290 290 antitratta in una nuova finestra
Apre il sito dell'Unione Europea in una nuova finestraApre il sito del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali in una nuova finestraApre il sito della Regione Toscan in una nuova finestraaApre la sezione dedicata al Servizio Pari Opportunità della Provincia di Arezzo in una nuova finestra
ARTEL SpA - Arezzo Telematica

IL PIANO DI AZIONE DELLA CARTA EUROPEA

copertina piano azione
La “Carta Europea per l’uguaglianza e la parità delle donne e degli uomini nella vita locale e regionale” è stata adottata durante la XXIII Assemblea degli Stati Generali del Consiglio dei Comuni e delle Regioni d’Europa (CCRE), a Innsbruck il 12 maggio 2006.
Obiettivo della carta è quello di sollecitare gli enti locali, quali organi di governo più vicini ai cittadini, a utilizzare appieno i loro poteri e i loro partenariati a favore di una maggiore uguaglianza delle donne e degli uomini nella vita politica, sociale, economica e culturale.
La Provincia di Arezzo sottoscrisse la “Carta Europea per l’uguaglianza e la parità delle donne e degli uomini nella vita locale e regionale” il 5 marzo 2007, con un atto di Giunta con il quale s’impegnava a procedere, entro due anni, alla stesura di un Piano di Azione.
Il Piano è uno strumento che da una lettura organica e sistematizzata delle azioni di pari opportunità di genere che l’amministrazione provinciale realizza e che intende sviluppare; inoltre impegna l’Ente, in modo strutturato e permanente, a sviluppare un’attenzione specifica e politica attenta alle differenze di genere, secondo la prospettiva indicata dall’Unione Europea, a favorire l’approccio “trasversale” prendendo in considerazione il tema dell’equità di genere in tutti gli ambiti settoriali di un programma e in tutte le sue fasi.
 «Con l’adesione alla Carta Europea e la stesura del Piano d’Azione la Provincia di Arezzo ha confermato la volontà di proseguire in un percorso che nel nostro territorio trova le sue origini nei primi anni Novanta con l’applicazione della normativa sulla parità di genere. L’applicazione della normativa ha consentito l’istituzione degli organismi preposti e la promozione e lo sviluppo di azioni, di servizi e progetti che pongono la nostra provincia tra quelle culturalmente più avanzate in questo ambito politico», ha sottolineato Marilena Pietri, Consigliera di Parità.
Il percorso biennale per l’attuazione della Carta Europea è stato un ulteriore stimolo per la Provincia di Arezzo per l’individuazione e l’analisi degli ostacoli che limitano, nel nostro territorio, la realizzare della piena partecipazione e dell’uguaglianza sostanziale tra uomini e donne.
«La Carta Europea è divenuta uno strumento interessante perché ha permesso all’amministrazione provinciale di fare il punto su tutte le iniziative e i progetti portati avanti sul piano delle politiche di pari opportunità e di avviare una lettura interna trasversale sulle politiche di genere. Ma ancora più importante è stato stabilire una relazione proficua con il territorio a sostegno, di raccolta delle buone prassi e ulteriore sensibilizzazione sui temi delle pari opportunità. Gli impegni politici che la Carta raccoglie rimangono di stimolo alle politiche da sviluppare ulteriormente anche in una realtà come quella aretina, che comunque non è rimasta immobile in questi anni», ha concluso Alessandra Dori, assessore provinciale alle Pari opportunità.


Per informazioni : Centro Pari Opportunitā della Provincia di Arezzo Piazzetta delle Logge del Grano - Arezzo tel.0575 30181 email : anocciolini@provincia.arezzo.it


27 aprile 2009

Centro Pari Opportunitā Piazzetta delle Logge del Grano - 52100 Arezzo Tel. 0575.30181 - fax 0575.324803 E-mail:sandra@didonne.it